domenica 15 febbraio 2009

Forse non sono tutti corvacci esosi....


Lo so che generalizzare è sbagliato ma.... ma io ho un ostilità latente per i tassisti di Roma.
Per motivi di lavoro prendo il taxi frequentemente e parlo con cognizione di causa.
I motivi sono diversi e tutti validi:
Sono esosi (18 20 euro in media per una corsa in città ... mi sembrano troppi anche per una città come questa)
9 su 10 sono sintonizzati su una radio che parla solo e soltanto della A.S. Roma (io adoro Tottino ma che palle le telefonate dei tifosi...)
Hanno trattato male Valteruccio mio (oddio a distanza di tempo forse non avevano tutti i torti...)
Quando si prende il taxi dalla stazione c'è un supplemento di 2 euro (unica città al mondo credo che abbia un supplemento dalla stazione)
Se non ascoltano la radio sentono la necessità di intrattenere il cliente anche se il cliente non vuole essere intrattenuto .... e così via ...

Ma qualche giorno fa ho trovato un tassista" innamorato e lasciato" che per raccontarmi del suo amore ha pure sbagliato strada (e poi si è autodecurtato il tassametro). Un pulcino disperato che riversava lacrime immagino su tutti i passeggeri della giornata...
Ho cercato di consolarlo tirando fuori i classici:
Si chiude una porta si apre un portone ...
Si vede che non era destino ...
Una che fa così meglio perderla ...
Io non sono riuscita a rasserenarlo ma lui è riuscito a farmi dire "beh forse non sono tutti corvacci esosi."
Come dicevo: generalizzare è sbagliato e ricredersi è doveroso!

7 commenti:

Maurizio ha detto...

Mai generalizzare... a proposito... il tatuaggio è andato a buon fine?

Nikka ha detto...

Maurizio
non sono convinta del disegno .... e poichè "è per sempre" non voglio avere fretta ....

il cuoco ha detto...

Povero tassista .... Spero per lui che abbia trovato una cliente pronta a consolarlo.
Magari cosi la prox volta ti fa ascoltare radio cuore.
Che ne dici di tatuarti il logo del dot Stranamore?

pmor ha detto...

ma gliel'hai detto al tassista "non sono tutti corvacci esosi'"? :) no, perché sarebbe stato un bel modo di consolarlo. voglio dire, il messaggio sarebbe suonato bene: soffri come un cane, ma almeno rivaluti una categoria. Che secondo me, superate le pene d'amore, è un pensiero che puoi portarti in giro come una medaglia... scherzi a parte: noi ci stupiamo sempre quando incrociamo la strada di qualche persona sensibile o, semplicemente, umana. E siccome siamo inguaribili romantici, quando ci capita di incontrare persone simili tendiamo a rivalutare un intero sistema dicendoci in cuor nostro: c'è ancora speranza.

me, just an Italian man ha detto...

però potrebbe anche essere stato un mutuo scambio di favori.. te lo hai ascoltato in un momento in cui lui aveva bisogno e lui ti ha trattato da essere umano e non da oggetto da cui ricavare denaro..
i problemi sentimentali mostrano le nostre debolezze e ci riportano al significato vero dei rapporti umani..
insomma, probabilmente a me quel tassista non mi avrebbe fatto nessuno sconto..

Nikka ha detto...

Il cuoco
Stranamore? mmm ... idea bocciata ;-)

Paolo
:-) mi piace avere speranze

Luca
non mi ha fatto uno sconto ... chiacchierando ha sbagliato strada e non mi ha fatto pagare "il di più" ... in fondo è sempre un tassista ;-)

Nikka/Lucy

Miranda ha detto...

Le pene d'amore ci accomunano tutti e ci rendono umani... anche i tassisti romani

Amici

Per inciso ...

Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente Blog, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Le immagini qui inserite sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse."